La dieta del minestrone (5 KG IN 7 GIORNI!)

/ by

La dieta del minestrone: chi non ne ha mai sentito parlare? Per quanto il qui presente si sentirebbe di consigliare più la nostra dieta mediterranea o piuttosto la dieta dukan, la dieta del minestrone per perdere peso velocemente è efficace, semplice da seguire, tanto che nel giro di pochissimi giorni  permette di perdere 5 Kg, e se prolungata di qualche giorno anche 7 o 8 Kg.

Andrebbe seguita per almeno sette giorni, ed è ripetibile anche per la settimana successiva ma ASSOLUTAMENTE non oltre.

La dieta del minestrone infatti è ipoproteica e non equilibrata, è uno schema dimagrante che NON prevede il conteggio calorico: oltre al grasso si rischia di perdere anche massa e tono muscolare a causa dello scarso apporto di proteine. In compenso oltre che un’azione dimagrante svolge anche quella disintossicante, permettendo un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue.

Dieta del minestroneConiata in America, da un medico dell’ospedale Sacred Memorial di Saint Louis, la dieta del minestrone è uno schema alimentare finalizzato al dimagrimento drastico,  applicabile  dunque a quei casi in cui è necessario eliminare più velocemente possibile il grasso in eccesso (soprattutto viscerale) e ripristinare i parametri metabolici di: colesterolo, trigliceridi, glicemia, pressione arteriosa, eccetera.

Come tutti i rimedi drastici, è consigliabile sempre consultare il proprio medico, ad esempio non è assolutamente una dieta per diabetici.

Dieta del minestrone: 5 kg in 7 giorni

I primi giorni della dieta del minestrone sono i più pesanti ma anche i più importanti per perdere peso. Poiché l’azione disintossicante può provocare alcuni fastidiosi effetti collaterali,  come mal di testa o un aumento del bisogno di urinare, sarà bene iniziarla in un periodo in cui si è abbastanza liberi dagli impegni, magari nel weekend.

L’idratazione durante questo regime dietetico è essenziale, ci si dovrà sforzare di bere da un litro e mezzo fino a due litri di acqua al giorno.. ma questo in realtà vale un po’ per tutte le diete.
Molto importante è il monitorare i risultati ottenuti: ci si deve pesare il primo giorno quando la si inizia, e poi il quarto giorno, dove si dovrebbe aver perso già dai due ai tre Kg. IMPORTANTE: se si sono persi più di 3 Kg vuol dire che abbiamo assunto troppo poche Kcal e dunque è bene addolcire un po’ il regime dietetico con dei carboidrati, ad esempio si potrebbero mangiare un paio di fette biscottate a colazione, o aggiungere un po’ di pasta o riso integrale ai pasti principali.

Al settimo giorno dovremmo aver perso intorno ai cinque Kg, se non si è esagerato. Vi ricordate il film “7 chili in 7 giorni”?

dieta del minestrone controindicazioni
Ecco durante questa dieta vi consiglio di vederlo, un po’ per non avere la tentazione di esagerare ( non vi dico la fine nel caso non lo abbiate visto), un po’ perché come tutte le diete di questo tipo, con un solo tipo di alimento, per quante ricette di minestrone ci siano, psicologicamente sono abbastanza “dure”.
La dieta del minestrone potrebbe essere strutturata nel seguente modo:

Giorni 1 e 2: colazione con thè o caffè non zuccherati, spuntino con succo di frutta senza zucchero e a pranzo e cena.. beh minestrone ovviamente! Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva è permesso e, anzi,  consigliato. Sia a pranzo a cena si possono mangiare in aggiunta al minestrone o mele o pere.
Giorno 3: come i primi giorni, pranzo e cena a base di minestrone – 2 porzioni – integrando con frutta, altre verdure, ma si aggiungono un po’ di carboidrati, ad esempio una patata (una!).
Giorno 4:  come al solito pranzo e cena a base di minestrone – ma stavolta introduciamo un poco di latte o yogurt scremati ed una banana (intorno ai 200ml due volte al giorno). Al posto del latte e della banana si possono mangiare dei formaggi magri, sempre in limitata quantità.
Giorno 5: Pranzo e cena a base di minestrone, solite integrazioni e in più mangiamo un po’ di pesce magro.
Giorno 6: Idem come sopra, ma stavolta variamo mangiando un po’ di carne di manzo. I vegetariani ovviamente sostituiranno pesce e carne con altro cibo proteico, ma sono sconsigliati i legumi e cereali.
Giorno 7: pranzo e cena a base di minestrone – 2 porzioni – integrando con frutta, altre verdure, thé e succhi di frutta senza zucchero e poco riso integrale.

CONGRATULAZIONI!
La prima settimana, e se siete saggi anche l’ultima, è giunta al termine, potrete pesarvi con orgoglio!
A questo punto potete ritenervi soddisfatti, ripeterla per una seconda settimana fa correre Il rischio di debilitare troppo l’organismo, lasciare la pelle flaccida e indebolire i muscoli.


Composizione del minestrone per la dieta

La composizione del minestrone deve essere rigorosamente prestabilita e NON deve contenere legumi, cereali o derivati e patate (se non altrimenti specificato;) gli ingredienti di base sono: porri, cipolle, polpa di pomodoro, verza, peperoni verdi, sedano, rape bianche e spinaci.zuppa di zucca per dieta del minestrone

Ecco la ricetta del minestrone, il piatto principale della dieta (dosi sufficienti per l’intera settimana):

  • 6 pomodori (o 1 barattolo di pelati)
  • 3 coste di sedano
  • 1 cavolo verza
  • 1 mazzo di bieta
  • 1 grossa cipolla
  • 3 zucchine
  • 2 carote
  • un dado vegetale.
  • A piacere è possibile integrare con 1 finocchio e 500gr di spinaci.

Preparazione: tagliare le verdure a pezzettoni e farle bollire a fuoco basso in 10 litri di acqua, finché non sono cotte.
La dieta del minestrone non impone particolari obblighi riguardo ai tempi ed alle modalità dei pasti: il minestrone può essere temperatura ambiente o caldo, a pezzi o passato nel mixer, ed è  possibile aggiungere spezie e aromi a volontà (ma scordatevi il soffritto!). Da considerare anche che è possibile preparare il minestrone in anticipo e surgelarlo o cucinarlo ogni due giorni.

Altre varianti:

Gustoso: porri o cipolle, pomodori pelati, un cavolo verza grande, un sedano intero, 500 gr di spinaci, un peperone rosso, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo, spezie.
Extralight: 1 zucchina, 1 carota, 1 pomodoro maturo, 30 grammi di piselli, 50 grammi di fagiolini, due foglie di cavolo verza, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo.
Aromatico: 4 pomodori o pomodori pelati, 2 carote, 3 coste di sedano, 1 cavolo verza, 1 mazzo di bieta, 1 grossa cipolla, 3 zucchine, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo, eventualmente 1 finocchio e 500 grammi di spinaci.

Ecco come preparare un minestrone leggero leggero:

Oppure potete provare la ZUPPA DI CAVOLO AMERICANA

1 testa di cavolo cappuccio
1 cipolla
3 carote
1 peperone verde
250 g di funghi misto o champignon
1 pomodoro
1 costa di sedano
1 dado da brodo
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
erbe e spezie a piacere come curry, peperoncino e paprika
sale e pepe q.b.

Viste e considerate le innumerevoli carenze della dieta del minestrone, gli integratori utili al suo compenso sarebbero praticamente tutti ad eccezione delle fibre, specialmente gli integratori a base di vitamine del gruppo B, calcio, ferro, acidi grassi essenziali ed amminoacidi essenziali.

La dieta del minestrone è efficace veramente?

La dieta del Minestrone ha un apporto calorico molto basso, forse anche troppo, il che la rende perfetta per perdere peso in modo veloce ed essendo principalmente composta da liquidi,  aiuta con i propri ingredienti e le fibre a ridurre l’assorbimento di grasso; nonostante ciò, non andrebbe seguita per più di una settimana per non rischiare carenze a livello nutritivo.

Nonostante ciò, trattandosi di una dieta con un numero ridotto di calorie, se praticata per un periodo superiore alla settimana, può generare significative carenze a livello nutrizionale.

Regole di base

Ecco alcune regole di base per poter iniziare la dieta del minestrone:

  • mangiare tutti i giorni due porzioni di frutta di stagione ad eccezione di banane, fichi e cachi
  • iniziare ogni pasto con una piccola insalata verde
  • fare una prima colazione con carboidrati integrali o cereali integrali associati a frutta fresca
  • associare alle verdure carni bianche o pesce magro
  • ridurre l’utilizzo di condimenti ad alto contenuto di grassi come salse e condimenti per insalate
  • evitare qualsiasi tipo di bibita gassata
  • comprare sempre verdura fresca di stagione
  • bere il più possibile

 

Torna alla home


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*